I fagioli della Val Posina

La rinomanza dei fagioli di Posina ha in effetti una doppia realtà. Accanto allo Scalda, che è un fagiolo vero e proprio, – scientificamente, Phaseolus vulgaris, – si pone anche la Fasòla, che appartiene a una specie diversa, – Phaseolus coccineus o Phaseolus multiflorus – comunemente detto Fagiolo di Spagna o Fagiolo del Papa. I caratteri distintivi di più immediata percezione sono la grandezza del seme (quasi il doppio del precedente) e il suo aspetto, (piatto e leggermente a rene, di vario colore), ma anche sul campo la differenza si coglie di primo acchito.

A questo proposito è indicativo il nome inglese, – Scarlet Runner, "corridore scarlatto", – che si riferisce all'eccezionale esuberanza della pianta, capace di crescere oltre i quattro metri di altezza, e l'inconfondibile fioritura a grappoli rossi, che trova risalto nei due nomi scientifici, dal più usato coccineus (rosso) all'alternativo multiflorus (fiori multipli). La specie conta diverse varietà, coltivate a Posina e dintorni, ma una più delle altre rappresenta la tipicità locale: è il cosiddetto Fagiolo di Spagna Rosso, a seme di colore vinoso con punteggiatura nera, donde l'appellativo popolare di "Fasòla del diavolo", e ombelico bianco cerchiato di marrone; il motivo di tale primato non è ben chiaro ma potrebbe essere dato da un'acclimatazione, e dunque produttività, migliore.

Per chi volesse cimentarsi nella distinzione tra le altre varietà elenchiamo: il Fagiolo di Spagna Bianco, il più noto agli orticoltori continentali, l'unico a fiore candido e più esigente in fatto di clima; il Fagiolo di Spagna Ibrido, con fiori in parte bianchi e in parte rossi, e seme bruno-avana screziato di seppia oppure giallo-grigio punteggiato di bruno; il Fagiolo di Spagna Variegato, a seme violetto screziato; infine il Fagiolo di Spagna Nero.

Dai coltivatori vengono dettagli agronomici in chiave locale: la semina, che ha luogo ai primi di maggio in vista di una raccolta tardiva, a cavallo tra settembre e ottobre, che poi si prolunga fino ai primi geli; lo sviluppo, fino a due metri con ulteriore crescita su se stessa oltre l'infrascatura; i baccelli, verdi e ricurvi, presenti in numero di 10-12 per pianta, lunghi oltre 50 cm e contenenti 8-10 semi; i fagioli, grandi (3x1,5 cm) e caratteristici per la buccia croccante e la polpa dallo spiccato gusto di castagna, adatti innanzitutto al consumo in insalata ma anche valido ingrediente delle minestre cui conferiscono gusto e colore.

Traduttore automatico

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Cerca nel sito

APP Sapori Vicentini

mobile devices

La APP "Sapori Vicentini - Proposte di turismo enogastonomico nella provincia del Palladio", realizzata dal Consorzio Vicenzaè, ti permette di rimanere sempre aggiornato su tutte le novità e le proposte riguardanti l'enogastronomia vicentina.

VICENZA CUORE DEL VENETO

veneto.eu

vicenza-e-cuore-del-veneto

vicenza-patrimonio-unesco

Visita www.vicenzae.org,
il portale turistico di Vicenza
e della sua provincia.

Contattaci

Consorzio Turistico Vicenza è
Via Montale 25, 36100 Vicenza - Italy

Telefono: +39 0444 99 47 70
Fax: +39 0444 99 47 79

Web: www.saporivicentini.it

Pagina Facebook