Notizie di gusto

La "melata di bosco" è stata giudicata la più buona tra le 170 selezionate in Germania. E in vallata si lavora per la De.co.

22 32 gdv f1 622Il miele biologico più buono al mondo è quello della Valchiampo. Lo dice BiolMiel, il concorso internazionale di mieli biologici promosso dal CiBi in collaborazione con il Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura-Api e Bioitalia.
Ha vinto il primo premio assoluto su 170 Paesi sfidanti il miele dell´apicoltura “Il Favo” di Adriano Pieropan e Roberto Zarantonello. A Norimberga una commissione di esperti ha proclamato i vincitori del 6° concorso Biol Miel 2013, assegnando il primo premio ai due produttori di Chiampo.

 

 

 

 

 

Un premio giunto a coronamento di un costante impegno per creare un miele di prima qualità, completamente biologico, senza la minima presenza di additivi o sostanze non naturali. Il lavoro di Pieropan e Zarantonello, ma ancor prima delle loro api, ha raggiunto così il primo gradino del podio, superando, tra le tante, Romania, Grecia, Spagna, Slovenia e Turchia.
Il miele de “Il Favo", ottenuto con procedimento biologico, ha primeggiato per le sue qualità uniche. E potrebbe sembrare pure strano che nella valle che ospita il maggiore distretto nazionale della concia, vi sia posto per il miglior miele del mondo. Ma le colline e le montagne della Valchiampo, è cosa nota, sono un giardino rigoglioso per le api bottinatrici, che trovano polline e sostanze zuccherine in gran quantità. Dalle arnie della Calvarina, delle colline di Chiampo, dell´Alta Valle, esce un ottimo miele di ciliegio, acacia, melata, millefiori, anche di castagno, pianta antica della valle. Pieropan e Zarantonello lo lavorano, come decine di altri produttori nella zona. Non è un caso che qui si stia lavorando per creare una denominazione comunale del miele.
Il 16 febbraio è giunta da Norimberga una conferma della qualità di questo prodotto. La giuria è arrivata al verdetto eseguendo delle analisi chimiche, fisiche e olfattive, sui 170 campioni giunti da tutto il mondo. La Melata di bosco de “Il Favo” oltre al primo premio assoluto si è aggiudicata anche il primo premio per l´uniflora, lasciando in seconda posizione un miele di acacia giunto dalla Romania e in terza un miele di timo ottenuto in Grecia.
«Ci siamo iscritti al concorso quasi per caso - spiega Roberto Zarantonello - consegnando all´ultimo giorno utile tre campioni di miele a Bologna. Non ci aspettavamo certo questo risultato, che ci ripaga di tanti sacrifici».
Incredulo dell´esito anche Adriano Pieropan. «Pensavamo che si trattasse di un´azienda omonima - racconta il produttore -. Poi abbiamo avuto la conferma del risultato, che ci dà una grande soddisfazione».

Fonte Il Giornale di Vicenza, 22 febbraio 2013

Traduttore automatico

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Cerca nel sito

APP Sapori Vicentini

mobile devices

La APP "Sapori Vicentini - Proposte di turismo enogastonomico nella provincia del Palladio", realizzata dal Consorzio Vicenzaè, ti permette di rimanere sempre aggiornato su tutte le novità e le proposte riguardanti l'enogastronomia vicentina.

VICENZA CUORE DEL VENETO

veneto.eu

vicenza-e-cuore-del-veneto

vicenza-patrimonio-unesco

Visita www.vicenzae.org,
il portale turistico di Vicenza
e della sua provincia.

Contattaci

Consorzio Turistico Vicenza è
Via Montale 25, 36100 Vicenza - Italy

Telefono: +39 0444 99 47 70
Fax: +39 0444 99 47 79

Web: www.saporivicentini.it

Pagina Facebook