La vacca Burlina

burlina

I Cimbri erano un popolo di stirpe germanica che colonizzò l'altopiano di Asiago e i Monti Lessini nel Medioevo. Al loro seguito, stando alla tradizione orale, giunge anche la Burlina, una vacca minuta, rustica e frugale, avvezza al pascolo d'alta quota. A verificare l'attendibilità di questa voce di popolo hanno provveduto gli zoologi attraverso esami del patrimonio genetico e della composizione del latte riscontrando notevoli analogie con le razze bovine tuttora residenti nel Nord Europa. Ad avvalorare queste evidenze l'illustre studioso danese Johu Zimmermann fornisce un riferimento storico-geografico davvero intrigante nella persona della regina Burhlina che lega la sua vicenda leggendaria alla regione dello Jutland.

Dopo aver attraversato l'Europa e aver superato la boa del terzo millennio, ce n'è abbastanza perché la Burlina diventi la beniamina della casearia veneta. Eccone il ritratto: bovina di taglia medio-piccola con altezza al garrese di 120-125 cm e peso non superiore ai 4 quintali; giogaia pronunciata e linea dorso-lombare leggermente concava; testa leggera con corna a lira, chiuse in avanti, bianche con estremità scura; mantello in prevalenza nero (60-70%) con pezzatura bianca a margini frastagliati; estremità degli arti e nappa della coda sempre bianchi. Ottime le caratteristiche di comportamento: è una pascolatrice mansueta, volonterosa e frugale, che si inerpica laddove altre vacche disdegnano, accontendandosi anche di brucare ortiche, rovi e quant'altro. Ha eccezionale facilità di parto e spiccato senso materno. È resistente alle malattie e longeva, giungendo a 15-20 anni d'età in produzione, quando altre vacche vengono considerate a fine carriera dopo 5 o al massimo 10 anni. L'attitudine prevalente è il latte, che fornisce in quantità egregia e di qualità eccellente per la trasformazione, ma buona è anche la resa al macello. È una vacca molto rustica ma a suo modo esigente in quanto strettamente legata all'ambiente montano dove può vivere allo stato brado fin dalla nascita. Una vacca davvero d'altri tempi.

Traduttore automatico

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Cerca nel sito

APP Sapori Vicentini

mobile devices

La APP "Sapori Vicentini - Proposte di turismo enogastonomico nella provincia del Palladio", realizzata dal Consorzio Vicenzaè, ti permette di rimanere sempre aggiornato su tutte le novità e le proposte riguardanti l'enogastronomia vicentina.

VICENZA CUORE DEL VENETO

veneto.eu

vicenza-e-cuore-del-veneto

vicenza-patrimonio-unesco

Visita www.vicenzae.org,
il portale turistico di Vicenza
e della sua provincia.

Contattaci

Consorzio Turistico Vicenza è
Via Montale 25, 36100 Vicenza - Italy

Telefono: +39 0444 99 47 70
Fax: +39 0444 99 47 79

Web: www.saporivicentini.it

Pagina Facebook